Le persone che soffrono di disturbo d’ansia per la salute, per se stesse o per le loro persone care, sono costantemente preoccupate di avere una malattia grave e cercano continuamente informazioni e rassicurazioni sui sintomi che provano o sulle malattie che immaginano.
Per reagire a questi timori, le persone affette da ipocondria si sottopongono a numerosi approfondimenti specialistici ed esami medici, che tuttavia non rassicurano davvero il paziente, se non momentaneamente. Altre persone, invece, sono talmente spaventate dall’idea di avere un problema grave da evitare qualsiasi esame o visita medica, pur continuando a preoccuparsi.
Ogni segnale proveniente dal proprio organismo viene interpretato come un indizio di grave malattia e quindi si sviluppa un racconto interno, immaginario , dove viene ampliato ogni dettaglio e ogni variante catastrofica della situazione temuta.

Numerosi sono gli elementi che portano a questo quadro clinico: genetici, educativi ambientali, legati ad esperienze particolari e a idee convalidate nel corso del tempo: tutto ciò porta ad evitamenti, ansia, stati d’animo che incidono sulla qualità di vita.