BambiniFamiglia

come crescere bimbi gentili

By Maggio 21, 2020 No Comments
COME CRESCERE BIMBI GENTILI
Thomas Lickona – Mondadori 2019
Perché essere buoni? Perché essere gentili? Avere un buon carattere significa essere
la persona migliore che si possa diventare.
Serve a vivere bene con sé stessi e con gli altri. Se è una nostra priorità, allora
dobbiamo sfidare i nostri figli ad essere il meglio che possano diventare con un
impegno continuativo e costante.
Oggi, i mezzi di comunicazione che abbiamo a disposizione, i dispositivi elettronici
che utilizziamo anche per 6-9 ore al giorno, espongono noi e i nostri a un’infinità di
stimoli. Stimoli che possono essere di qualunque genere, “buoni” o “cattivi”.
Quindi, il nostro compito come genitori, è assicurare che i nostri figli possano capire
cosa è “buono” e perseguirlo.
Forse oggi più che mai, allora, fare il genitore è il lavoro più difficile al mondo, ed è
una esperienza che avvicina più al mondo dell’arte che a quello della scienza.
Un racconto popolare racconta il dialogo tra un nonno e suo nipote riguardo il senso
della vita. Il nonno dice “dentro di me è in atto una battaglia spaventosa tra due lupi.
Uno è cattivo e rappresenta la crudeltà, la rabbia, l’arroganza e l’egoismo. L’altro è
buono e si esprime con la gentilezza, la pace, il perdono e l’umiltà. La stessa battaglia
c’è dentro di te e in ogni persona”. Il ragazzo chiede “quale lupo vincerà?” Il nonno
risponde “quello che tu nutrirai”.
Come fare quindi a nutrire il buono che è presente nei nostri figli, fin dalla nascita?
Possiamo trovare in questo libro un aiuto strategico. L’autore parla di gentilezza e di
come aiutare nostro figlio a sviluppare un buon carattere, che significa riconoscere
qual è la cosa giusta, darle importanza e soprattutto farla.
Il punto centrale esposto è che solo attraverso il tempo speso insieme ai nostri figli,
alle interazioni personali possiamo trasmettere valori e aiutare i nostri figli a formare
il loro carattere. Il legame si sviluppa grazie a queste interazioni. Con le conversazioni
vengono trasmesse storie, conoscenze , esperienze. Mangiare insieme consente di
riconnettersi raccontare la giornata e condividere pensieri ed esperienze.
L’autore ci suggerisce alcune linee guida su come trasmettere insegnamenti che
possano nutrire i nostri figli. Vere e proprie strategie educative:
Il carattere come priorità in famiglia.
Partendo dalla domanda “che famiglia
vogliamo essere?” sarebbe opportuno esplicitare i valori importanti per tutta
la famiglia, e come tradurli in gesti concreti
Amate i vostri figli.
Esiste un’alta correlazione tra un rapporto genitore-figlio
amorevole e intenso e la buona salute, la felicità e lo sviluppo caratteriale.
Conferma e affetto.
Alcune sofferenze nevrotiche derivano dal non sentirsi
amati e degni di amore. La persona si sente insicura, spaventata, depressa e
incapace di relazionarsi.
Il tempo insieme.
I ricordi d’infanzia preferiti sono riferiti a cose semplici
vissute in famiglia: giochi da tavolo, passeggiate, nuotare pescare….
Comunicazione significativa.
Raccontarsi problemi, vissuti, progetti crea
intimità e spesso condivisione
Esercitare l’autorità genitoriale con saggezza.
Essere genitori autorevoli
significa avere idee solide e chiare, che possono essere spiegate. Non bisogna
accettare risposte impertinenti e irrispettose sia nel tono che nel contenuto.
Mai lasciare perdere le piccole cose come maleducazione, capricci poiché
rischiano d’ingigantirsi con il tempo. Proporre una disciplina che aiuti i
bambini ad essere responsabili delle proprie azioni.
Dare responsabilità ai figli.
Riunirsi insieme per affrontare un problema o
pianificare un evento familiare. Anche verso i conflitti (sveglia mattutina,
faccende domestiche, litigi tra fratelli…) occorre un atteggiamento forte, dove
attraverso il rispetto e la responsabilità si può sviluppare la capacità di ascolto
e di risoluzione dei problemi.
Questi sono solo alcuni degli importanti e interessanti spunti che ci vengono forniti
dall’autore.
Coltivare il carattere dei nostri figli, fin da piccolissimi, li aiuterà ad avere una vita
felice e a prevenire instabilità psicologiche.
La domanda più importante per un genitore è che genere di persona vogliamo
che diventi nostro figlio. Pur lasciando ad ognuno la sua risposta, l’autore
sostiene che senza un buon carattere il successo sarà vano.
#buoncarattere #successonellavita #responsabilità
Dalida Panseri

Author Dalida Panseri

More posts by Dalida Panseri